menu Home
New Hit

FRANCESCO GABBANI: IL TESTO DELLA NUOVA CANZONE

news | 2023-04-07
Francesco Gabbani

Scopri di più su “L’abitudine”, la nuova canzone di Francesco Gabbani

Oggi è uscito anche su Radio Potenza Centrale  “L’abitudine”  il nuovo singolo inedito di Francesco Gabbani scritto con Fabio Ilacqua, autore, insieme a lui, di canzoni di successo come “Amen”, “Occidentali’s Karma” e “Volevamo solo essere felici”.

“L’abitudine” racconta l’assuefazione apatica al vivere, la consuetudine a ripetere gesti e pensieri in maniera quasi passiva, galleggiando sulla pelle del mondo come comparse prive di pensiero, come luoghi comuni, “copiando” la vita anziché reinventarla. Il cuore di questo brano è l’invito a riappropriarci delle nostre vite.

TESTO DELLA NUOVA CANZONE DI FRANCESCO GABBANI

E girano, girano gli uomini sopra la giostra del mondo
come i valzer delle cameriere fra i tavolini alla fine del giorno

e girano mosconi e chiacchiere nei saloni dei parrucchieri
girano i tacchi delle signore a notte fonda sui marciapiedi
e nel week-end, in processione nei supermercati
narcotizzati dalle occasioni: Comprare ed essere comprati
io e te accarezzati da una gioia breve
e dal sorriso delle cassiere,
soddisfatti o rimborsati, sommersi o salvati?

Beato il cane al passo del padrone
e che è uno stupido per vocazione
e chi, siccome tiene un osso in bocca,
non dirà la sua opinione
Beati tutti gli uomini per bene
chi non sapeva e chi non vuol sapere
e chi ha confuso l’abitudine con la felicità

E girano, girano gli uomini
d’un dolceamaro girare in tondo di vecchi amanti nelle balere
come falene alla fine del giorno
e girano motori e femmine, girano i cacciabombardieri
mille caviglie, mille tagliole intorno al pozzo dei desideri
E nel week-end, in confessione nei supermercati,
tra gli affettati e le comunioni: mangiare ed essere mangiati
io e te affaticati da un dolore lieve e dalle trombe e dalle bandiere
sorridenti e circondati. Sommersi o salvati?

Beato il cane al passo del padrone
e che è uno stupido per vocazione
e chi, siccome tiene un osso in bocca,
non dirà la sua opinione
Beati tutti gli uomini per bene
chi non sapeva e chi non vuol sapere
e chi ha confuso l’abitudine con la felicità

Ed io rinnego tutto prima del blackout, prima che faccia notte
prima che il vento arrivi e il gallo canti tre volte

Beato il cane al passo del padrone
e che è uno stupido per vocazione
e chi, siccome tiene un osso in bocca,
non dirà la sua opinione
Beati tutti gli uomini per bene
chi non sapeva e chi non vuol sapere
e chi ha confuso l’abitudine con la felicità

E chi ha confuso l’abitudine con la felicità
e girano girano gli uomini.

 

Continua a seguirci per saperne di più.

 

 

 

Written by news





  • cover play_circle_filled

    OnAir
    sms 3495119088

  • cover play_circle_filled

    I Collage a Stigliano – Intervista a Tore Fazzi

  • cover play_circle_filled

    Le Feste Patronali di S. Antonio e S. Vito a Tito (PZ)

  • cover play_circle_filled

    Giuseppe Oliveto e la sua Ballata del Santo

  • cover play_circle_filled

    Matera Fiction 2024: Un Viaggio nella Serialità Internazionale

  • cover play_circle_filled

    Il Progetto Girottolando su Radio Potenza Centrale 

  • cover play_circle_filled

    Marco Ligabue a Radio Potenza Centrale

  • cover play_circle_filled

    Eurovision 2024: La lucana Angelina Mango sul palco di Malmo con “La Noia”

  • cover play_circle_filled

    Le Stagioni in Musica – Vivaldi Le quattro stagioni

  • cover play_circle_filled

    Made In Italy: In Viaggio Verso il Successo 

  • cover play_circle_filled

    Antonio Sabia: L’Artista del Gusto che Fonde Tradizione e Innovazione

  • cover play_circle_filled

    In Ricordo di Tony Wolf 

play_arrow skip_previous skip_next volume_down
playlist_play